tenute bruno


la storia

Tenute Bruno si tramanda da secoli, di generazione in generazione, l'arte di coltivare oliveti e vigneti e la maestria di ricavarne il

prodotto finito. La famiglia proviene da Oria, nella provincia di Brindisi, dove fino a qualche decennio addietro erano ancora ricordate le attività di Don Giovanni Bruno (bisnonno degli attualiproprietari di Tenute Bruno). A quell'epoca (nella seconda metà del 1800),

le olive si trasportavano al frantoio con cesti e sacchi e la macina veniva trainata da un cavallo; l'olio ottenuto con tanta fatica veniva poi immagazzinato in bisacce fatte con pelli di maiale.

 

 


Tenute Bruno


si tramanda da secoli..
.

Nel 1910 il figlio Vincenzo prese in moglie, a Maruggio, una ragazza del luogo (Cantoro Addolorata) e qui costruì un

nuovo fabbricato dai tipici soffitti a volta, che adibì a frantoio oleario e cantina vinicola


I figli Giordano, Giovanni e Martino furono presto associati all'attività del frantoio e della cantina, grazie alla collaborazione familiare,

l'attività economica intrapresa ebbe rapidamente successo e fu perciò possibile, acquistare un secondo frantoio nella vicina Torricella.

Le note e tristi vicende connesse anche alla seconda guerra mondiale, interruppero purtroppo il successo dell'iniziativa economica intrapresa,poiché i giovani furono chiamati alle armi e l'attività ebbe un parziale rallentamento, tanto che il frantoio di Torricella venne venduto e mai più riacquistato.


Nel 1946 il figlio Martino, di ritorno dalla Campagna di Russia, riorganizzò l'attività provvedendo successivamente

all'utilizzo di presse e macine di moderna concezione con motori elettrici.

Dal 1995 il frantoio viene gestito dai figli di Martino, che con costante impegno hanno annesso all'attività di frantoio oleario anche quella agricola,puntando principalmente sulla coltivazione olivicola e vitivinicola creando una filiera e puntando sulla qualità del prodotto finito.



L'azienda agricola

Viticoltura e produzione di olio

secondo tradizione

Con un’area di oltre 100 ettari, le Tenute Bruno offrono vigneti ed oliveti con piante secolari che ricordano antiche sculture della mitologia greca.

Le nostre piante vengono curate e coltivate secondo i più rigorosi metodi dell’agricoltura tradizionale e biologica, come nel caso delle viti ancora coltivate con il vecchio sistema ad alberello.

Dell'antico metodo di spremitura a freddo delle olive, l'azienda conserva ed utilizza tuttora un frantoio (o “molazza”) in pietra di granito nero a sei macine, grazie al quale è possibile estrarre un olio a freddo dalle eccellenti qualità organolettiche.

Tutta la filiera produttiva inoltre si avvale per la lavorazione di olio e vino di uno stabilimento dotato di macchine e attrezzature all’avanguardia a norma di legge.

 

 

 

lavorazioni moderne e antiche

In entrambe le produzioni della Tenuta si conciliano le lavorazioni moderne alle più antiche; ad esempio, per le olive,

si esegue la raccolta in tempo di maturazione direttamente dall’albero, per poi eseguire la molinatura entro le 12 ore;

questo processo garantisce una spremitura più dorata e piena di proprietà organolettiche.

 

 



agricoltura

tradizionale e
biologica


Per la produzione viticola invece l’intera filiera produttiva è eseguita come da tradizione per poter ottenere diverse qualità di vino tra cui il Primitivo di Manduria, vino rosso secco e corposo tipico della terra pugliese.

 

L'azienda agricola produce un olio extravergine d'oliva biologico ed autoctono, in grado di dare un sapore unico alla tua tavola.

 

Tra le produzioni forti ed autoctone delle Tenute Bruno potrete assaporare il carattere del Primitivo di Manduria, eccellenza del territorio.

tenute bruno


eccellenza del salento

TENUTE BRUNO | SNC, Contrada Correggia - 74020 Maruggio (TA) - Italia | P.I. 02846650733 | Tel. +39 099 675799   - Cell. +39 347 7483616 | Fax. +39 099 9701049 | info@tenutebruno.com |